Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Giuseppe Augusto Arribat Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Giuseppe Augusto Arribat Sacerdote salesiano

.

Trédou, Francia, 17 dicembre 1879 - La Navarre, Francia, 19 marzo 1963

Sacerdote professo della Società Salesiana di San Giovanni Bosco, Papa Francesco l'ha dichiarato Venerabile l'8 luglio 2014.



Inizio del Processo: 19-3-1995. Attualmente è ancora in corso.
Giuseppe Augusto Arribat nacque il 17 dicembre 1879 a Trédou (Rouergue). La povertà della famiglia costringerà il giovane Augusto ad iniziare la scuola media presso l'Oratorio salesiano di Marsiglia solamente all'età di 18 anni.
Per la situazione politica di inizio secolo, egli diede inizio alla vita salesiana, in Italia e ricevette la veste talare dalle mani del B. Michele Rua.
Tornato in Francia iniziò, come tutti i suoi confratelli, la vita salesiana attiva in una condizione di semiclandestinità, prima a Marsiglia e poi a La Navarre. Venne ordinato sacerdote nel 1912. Fu chiamato alle armi durante la prima guerra mondiale e fece l'infermiere barelliere. Terminata la guerra p. Arribat continuò a lavorare intensamente a La Navarre fino al 1926 dopo di che andò a Nizza dove stette fino al 1931. Nel 1931 iniziò il suo servizio di Direttore a La Navarre e contemporaneamente fu incaricato della Parrocchia Sant'Isidoro nella valle di Sauvebonne. I suoi parrocchiani lo chiameranno "Il Santo della Valle".
Al termine del terzo anno fu mandato a Morges, nel cantone di Vaud, in Svizzera. Ricevette poi tre mandati successivi di sei anni ciascuno, prima a Millau, poi a Villemur e infine a Thonon nella diocesi di Annecy. Il periodo più carico di pericoli e di grazie fu probabilmente quello del suo incarico a Villemur durante la II Guerra mondiale. Soldati delle SS occuparono la scuola dove egli nascondeva dei ragazzi ebrei. A poca distanza dalla casa salesiana incontrava spesso operai spagnoli militanti comunisti. Un giorno si fece appello a lui per riportare la tranquillità in un campo di rifugiati politici. Viso aperto e sorridente, questo figlio di don Bosco non allontanava nessuno. Mentre la sua magrezza e il suo ascetismo richiamavano il Curato d'Ars, il suo sorriso e la sua dolcezza erano davvero di un salesiano. "Fu l'uomo più spontaneo del mondo" ha detto un testimone.
Tornato a La Navarre nel 1953, P. Arribat vi resterà sino alla sua morte avvenuta il 19 marzo 1963.
E' sepolto a La Navarre.


Fonte:
www.sdb.org

_____________________
Aggiunto il 2001-06-22

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati