Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione D > Beato Domenico Maria da Alboraya (Agostino Hurtado Soler) Condividi su Facebook Twitter

Beato Domenico Maria da Alboraya (Agostino Hurtado Soler) Sacerdote e martire

15 agosto

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Martirologio Romano: Sempre a Madrid, beato Domenico (Agostino) Hurtado Soler, sacerdote del Terz’Ordine di San Francesco degli Incappucciati della beata Vergine Addolorata e martire, che per aver testimoniato Cristo ricevette la corona della gloria.


Padre Domenico Maria da Alboraya, al secolo Agostino (Agustin) Hurtado Soler, nacque il 28 agosto 1872 a Alboraya, di Valencia che si trova nel distretto La Huerta Norte, in una famiglia benestante.  I suoi genitori, don Vicente e dona Antonia erano molto stimati nel paese dove vivevano.
Frequentò le prime scuole nella vicina città di Valencia, e in seguito studiò latino e della filosofia nel seminario cittadino.
Appena fondata la Congregazione dei Terziari Capuccini, Agostino ebbe varie occasioni di recarsi alla vecchia chiesa certosina di Ara Christi del Puig (Valencia), dove vivevano i religiosi “amigoniani”. Fu attratto dalla loro condizione di vita e decise di entrare nella loro comunità. Il 21 giugno 1889, indossò l’abito dell’ordine e in quel frangente assunse il nome di Domenico Maria di Alboraya.
Il 24 giugno 1890, fu tra i primi diciannove religiosi a pronunciare i suoi voti triennali nelle mani del fondatore Venerabile Luis Amigó.
Il 15 agosto 1896, padre Domenico Maria emise i suoi voti perpetui e, alcuni mesi dopo, il 19 dicembre ricevette l'ordinazione sacerdotale.
Mentre era tra i terziai alternò gli studi ecclesiastici e letterari con quelli di armonia e composizione, dato che gli piaceva la musica. 
Era un religioso stimato, che ha ripetutamente ricoperto alcune funzioni superiori nella congregazione, fino ad arrivare a ricoprire la carica di consigliere e segretario generale. Uomo di preghiera era un grande devoto dell'Addolorata. I testimoni ricordano come celebrasse con grande devozione l'Eucaristia.
Alla fine del 1935 entrò a pieno titolo a far parte della Scuola di Riforma di Santa Rita, a Madrid. 
Con lo scoppio della rivoluzione e l’inizio della persecuzione religiosa, Padre Domenico Maria dovette lasciare la scuola riformatorio cercando un pio rifugio nella casa dell'avvocato Pastor, un giovane che lui aveva aiutato in precedenza.
Padre Domenico Maria fu arrestato e portato prigioniero alle “Belle Arti”. E’ stato assassinato il 15 agosto del 1936, nei pressi del parco del ritiro.
Alcuni suoi biografi lo ricordano così:
“Padre Domenico Maria, era alto e bello. Di aspetto patriarcale, ha avuto un grande dono di comprendere le persone che a lui si rivolgevano; ebbe un carisma speciale per aiutare i giovani che si trovavano nella brutta strada. Egli fu un grande compositore, un relatore eccellente, un instancabile animatore delle ricreazioni in comunità. Padre Domenico Maria è sempre stato per tutti, un esempio di umiltà, e un degno martire di Cristo”.
Il Beato Domenico Maria Soler è stato beatificato da Papa Giovanni Paolo II, l’11 marzo 2001, quando furono beatificati ben 233 martiri spagnoli.
La sua festa è stata fissata nel giorno 15 agosto.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2018-06-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati