Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Angelo Riesco Carbajo Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Angelo Riesco Carbajo Vescovo e fondatore

.

Bercianos de Vidriales, Spagna, 9 luglio 1902 - La Baņeza, Spagna, 2 luglio 1972

Ángel Riesco Carbajo nacque a Bercianos de Vidriales, in provincia di Zamora e diocesi di Astorga, il 9 luglio 1902. Ancora piccolo dovette emigrare con la famiglia in Argentina, dove rimase dagli otto ai dodici anni. Entrò nel Seminario di Comillas a Santander grazie a una borsa di studio. Ordinato sacerdote il 25 luglio 1936, venne nominato coadiutore nella parrocchia di San Salvatore a La Bañeza, dove fondò l'associazione dei giovani di Azione Cattolica. Nominato vicario generale della diocesi di Astorga, trasferì su più vasta scala le sue intuizioni pastorali. La principale fu che anche le donne malate o provenienti da situazioni economiche svantaggiate potevano consacrarsi a Dio. Per questo scopo, nel 1957, fondò l'Istituto secolare delle Missionarie Apostoliche della Carità. Consacrato vescovo l’11 maggio 1958, fu destinato come vescovo ausiliare a Oviedo. Poco più di un anno dopo fu trasferito a Tudela de Navarra, presso Pamplona, dove rimase per dieci anni, ancora come ausiliare. Per problemi di salute, rassegnò le dimissioni e si ritirò a La Bañeza, concentrandosi sul governo del suo Istituto. Morì il 2 luglio 1972, per un infarto cardiaco. Il nulla osta per l’avvio della sua causa di beatificazione e canonizzazione rimonta al 26 maggio 1994. L’inchiesta diocesana per l’accertamento delle sue virtù eroiche si è svolta ad Astorga dal 12 ottobre 1995 al 1° maggio 1997 ed è stata convalidata il 24 aprile 1998. La sua “Positio super virtutibus” è stata consegnata nel 2016. Il 5 luglio 2019 papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto con cui monsignor Riesco Carbajo veniva dichiarato Venerabile.



Nascita, infanzia e sacerdozio
Angelo (Ángel) Riesco Carbajo nacque il 9 luglio 1902 a Bercianos de Vidriales in provincia di Zamora e diocesi di Astorga, in una famiglia umile e cristiana che dovette emigrare in Argentina quando Angelo aveva solo 8 anni. Era il primogenito di altri due fratelli.
Aveva circa dodici anni quando, grazie a una borsa di studio rientrò in Spagna per iniziato i suoi studi ecclesiali dai Gesuiti presso la Pontificia Università Comillas di Madrid e a Santander.
Da studente si distinse per la fedeltà ai doni ricevuti da Dio, lasciando in seminario un ricordo di essere un giovane di grandi virtù.
Il 25 luglio 1926, Angelo Riesco Carbajo ricevette l'ordinazione sacerdotale ad Astorga dal vescovo diocesano mons. Antonio Senso Lázaro e il 22 agosto celebrò la sua prima messa nella sua città natale. Da sacerdote era ammirevole il suo zelo apostolico, soprattutto nella catechesi, nelle missioni popolari e nell’apostolato eucaristico e mariano. Inoltre aveva una particolare devozione per San Giuseppe.

Parroco e vicario generale
Il suo impegno sacerdotale iniziò a La Bañeza dove fu nominato coadiutore e tesoriere nella parrocchia di San Salvador. In quella parrocchia ha fondato un piccolo gruppo di Azione Cattolica, con cui ha sempre lavorato. Nel 1932 fondò il quotidiano “El Adelanto Bañezano”.
Don Angelo era un buon catechista il cui primo impegno era prendersi cura dei poveri e degli ammalati che divenne il ​​fulcro della sua missione di sacerdote. Oltre all'Azione cattolica ha collaborato con altri movimenti apostolici che contribuivano a promuovere la fede.
Nel 1957 fu nominato vicario generale della diocesi di Astorga.

Fondatore delle Missionarie Apostoliche della Carità
Sempre nel 1957 nella sua diocesi fondò l’Istituto secolare delle Missionarie Apostoliche della Carità (Misioneras Apostólicas de la Caridad), per aiutare le donne che dovevano affrontare situazioni economiche svantaggiate.
Don Angelo aveva pensato a delle donne consacrate che attraverso il loro amore sulla Persona di Gesù, con Lui desideravano essere "Missionarie del Divino Amore” donando la loro vita attraverso i voti di castità, povertà e obbedienza, vissuti con libertà e gioia.
Erano consacrate che con un cuore universale, amavano le persone, e attraverso la preghiera e il lavoro avevano l’obiettivo che la “Carità di Cristo regnasse nel mondo”.
L'Istituto Secolare, organizzato come una famiglia, è nato con una novità completamente evangelica: accogliere anche le persone malate, le giovani che sono malate, le persone che sono legate alla loro famiglia o quelle che hanno diverse difficoltà.
Il loro carisma è sintetizzato nella Carità, vissuta con austerità e gioia verso i poveri, gli ammalati e gli emarginati aiutandoli a vivere l'Amore redentore.
La loro prima missione era la santificazione delle consacrate crescendo nella Carità e da essa aiutare Cristo a salvare il mondo.
Alcune consacrate vivono nelle case apostoliche in gruppi di vita fraterni, organizzati come in famiglia; altre nella propria famiglia e seguendo la propria professione. Nei Centri, condividono i tempi di formazione e convivenza.
L'approvazione pontificia dell’Istituto fu concessa all'Istituto il 15 agosto 1982.

Promosso all’episcopato
Don Angelo venne nominato vescovo da Papa Pio XII il giorno 15 febbraio 1958. Promosso all'episcopato, il giorno 11 maggio 1959, don Angelo fu consacrato vescovo titolare di Limisa e vescovo ausiliare di Oviedo, da mons. Ildebrando Antoniutti.
 Dopo poco più di un anno, fu trasferito, con l’incarico di ausiliare a Tudela de Navarra nella diocesi di Pamplona. 
Mons. Angelo Riesco Carbajo mantenne questo incarico per undici anni e partecipò alla prima, alla terza e quarta sessione del Concilio Vaticano II. 
Il 23 novembre 1969, ha causa delle sue condizioni di salute, presentò le dimissioni da vescovo ausiliare di Tudela de Navarra e si dedicò solo all'istituto da lui fondato.
Tre anni dopo morì, in concetto di santità, il giorno 2 luglio 1972 e fu sepolto nella chiesa di Santa María de La Bañeza. 

Processo per la sua beatificazione

Il processo per la beatificazione del Servo di Dio, mons. Angelo Riesco Carbajo è stato il giorno 26 maggio 1994. Il processo diocesano si è svolto a La Bañeza dal 12 ottobre 1995 al 1 maggio 1997, la cui convalida è arrivata il 24 aprile 1998.
La Positio è stata presentata alla Congregazione dei Santi nel 1996.
Il giorno 5 luglio 2019, Papa Francesco, riconoscendo le virtù eroiche del Servo di Dio, Angelo Riesco Carbajo, lo ha dichiarato venerabile.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-01-20

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità