Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione E > Sant’ Esperio di Metz Condividi su Facebook Twitter

Sant’ Esperio di Metz Vescovo

22 giugno

† 23 agosto 542


Sant’Esperio è un vescovo di Metz vissuto nel VI secolo. Nella cronotassi dei vescovi della diocesi, figura al ventitreesimo posto, dopo Sant’Agatimbero e prima di San Villico.
La sua posizione nella lista è stata assegnata dal più antico catalogo dei vescovi della città, compilato intorno al 776 e giunto ai nostri giorni nel cosiddetto “Sacramentario” di Drogone, vescovo di Metz tra gli anni 823 e 855.
Su questo vescovo di Metz sappiamo molto poco. Secondo la tradizione Sant’Esperio resse le sorti della diocesi per diciassette anni, dal 525 al 542.
Inoltre, il suo nome appare, infatti, negli atti del Concilio di Clermont nell’Alvernia a cui partecipò al 535, insieme ai vescovi  del reame di Teodeberto o d’Austrasia  e nel quale vennero introdotti sedici nuovi canoni.
Inoltre si ritiene abbia partecipato alla sepoltura, avvenuta nell’anno 533, di San Teodorico di Mont d’Or, con il re e i vescovi Nizier e Lupo di Soisson.
Sant’Esperio alla sua morte, avvenuta il 23 agosto, fu sepolto nell’abbazia di San Clemente.
Nel 1141 le sue spoglie furono traslate e inumate insieme a quelle di San Vittore I e II vescovi di Metz.
Anche se la tradizione voleva che la sua festa fosse celebrata nel giorno 23 agosto; attualmente è commemorato nel giorno 22 giugno.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-01-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità